+39 041445060 info@aggiudicasa.it

Con il blocco delle aste immobiliari a seguito della pandemia da Covid-19, il settore, di per sé già complesso, delle aste immobiliari si è oltremodo complicato, mostrando però uno spiraglio per la seconda parte di questo 2021.

blocco aste immobiliari

Se è vero che il blocco delle procedure esecutive e degli sfratti avvenuto nel 2020, unitamente ad una drastica riduzione dell’operatività dei Tribunali hanno determinato la riduzione del numero di aste rispetto al 2019; è altrettanto vero che per gli investitori immobiliari si profila un periodo ad alta rendita: si assiste infatti ad un periodo di inflazione in cui chi detiene una certa disponibilità economica potrà portare a termine ottime operazioni di acquisto.

Sospensione esecuzione immobiliare: i numeri della pandemia.

Quali sono i dati sulle aste a seguito della situazione pandemica? Possiamo asserire che il settore stia vivendo, in buona sostanza, un momento di stallo generale: nel primo semestre del 2020, infatti, le esecuzioni immobiliari sono calate del 40% rispetto al 2019 (Fonte: Centro Studi AstaSy Analytics di NPLs RE_Solutions). Il danno economico, secondo i dati confermati da “Osservatorio T6” è di oltre un miliardo di euro solo per il primo mese di lockdown. A più di un anno si sta oggi confermando l’idea che questo dato sia quantomeno quintuplicato, attestandosi a cinque miliardi e mezzo.

Il calo complessivo delle aste immobiliari ha registrato un ulteriore incremento nel mese di settembre 2020: 13.032, circa la metà di quelle attive nello stesso mese del 2019, quando erano ben 25.111 (-48%). Nel trimestre luglio-settembre 2020 il calo complessivo delle aste è di oltre il 65% se confrontato con l’analogo periodo del 2019: 19.162 nel 2020 contro le 54.212 aste battute del 2019.

La perdita economica registrata in questo periodo è di oltre 3,4 miliardi di euro. Questo trend sembra essere confermato anche per il primo trimestre 2021. A fronte di questi dati, gli esperti si attendono una forte ripresa numerica del settore a partire da luglio 2021; tuttavia considerano reale un ulteriore calo del valore degli immobili in asta, ovviamente complice la situazione di piena crisi finanziaria che stiamo vivendo e che si acuirà nei prossimi mesi.

Per tutti coloro che investiranno nei prossimi mesi nelle aste immobiliari, quindi, si prospetta un periodo di pieno recupero e di ottimi affari.

blocco aste immobiliari

Decreto Milleproroghe 2021: sfratti bloccati fino al 30 giugno 2021

Nel caso di immobile pignorato o a rischio di pignoramento, il Decreto Milleproroghe ne blocca l’esecutibilità fino al 30 giugno 2021, con conseguente blocco degli sfratti, a patto che vengano rispettati determinati requisiti: 

  • inquilini – La procedura di sfratto deve essere stata avviata a causa del mancato pagamento del canone di locazione alle scadenze e non per motivi diversi da questo;
  • ex proprietari di una casa aggiudicata all’asta – La liberazione dell’immobile potrà essere posticipata fino al 30 giugno solo se questo è ancora abitato dal debitore e dai suoi familiari. Deve trattarsi dunque della sua abitazione principale in cui per il momento continua a risiedere;
  • prima casa – sospensione dell’esecuzione immobiliare.

La sospensione delle esecuzioni immobiliari per la prima abitazione del debitore, introdotta dal Decreto Milleproroghe, non consiste di fatto in un vero miglioramento della situazione debitoria di chi rischia di perdere casa all’asta. L’unico vantaggio concreto sta nel disporre di maggior tempo per cercare di risolvere il problema del debito in modo definitivo.

Si fa notare che le procedure per le quali gli immobili non sono occupati non hanno subito alcun blocco, se non un rallentamento dovuto all’allungamento dei tempi di gestione da parte dei tribunali.

Blocco aste giudiziarie 2021: rischio per i debitori e opportunità per gli investitori

Come già sottolineato, la crisi attuale ha causato un parziale blocco delle aste giudiziarie e una conseguente svalutazione degli immobili. Questo ha reso ancora più concreta la possibilità di poter acquise un bene in asta ad un prezzo notevolmente inferiore rispetto al suo prezzo di mercato.  La mancanza di liquidità da un lato e la crisi economica dall’altro sembrano aver scoraggiato molti: il numero delle aste deserte, infatti, è in aumento rispetto allo stesso periodo del 2019.

Scegli di comprare la casa dei tuoi sogni in asta con la consulenza professionale di Aggiudicasa.it

guadagnare con le aste

LINK UTILI:

Gazzetta Ufficiale: clicca qui

Decreto Milleproroghe: estratto sospensione procedure